Vittorio Balbi

10 domande speciali a Vittorio Balbi

Sarà un vero piacere per noi Angels ospitare a Pordenone un seminario tenuto da Vittorio Balbi. Abbiamo conosciuto Vittorio come Trainer in un master sul Coaching professionale ed abbiamo apprezzato le sue doti di rigore professionale e sensibilità umana.

Per farlo conoscere meglio ai nostri lettori abbiamo preparato per lui un’intervista davvero speciale. Infatti a fargli le domande sono stati chiamati alcuni suoi allievi ormai coach professionisti. Vediamo se siamo riuscite a metterlo in difficoltà!

Intervista speciale a Vittorio Balbi

#1 Nicoletta Zanetti: Cosa significa per te essere un Coach?
Essere Coach è vivere in Metaposizione osservando gli accadimenti della vita sapendo che ciascuno agisce secondo quella che ritiene la  sua scelta migliore.

#2 Andrea Giuffredi e Tiziana Pellicciaro: Vittorio, come sei cambiato in meglio, da quando fai il coach?
Grazie al Coaching sono aumentati in maniera sorprendente e straordinaria gli strumenti pratici per migliorare il livello della mia Consapevolezza
#3 Luigi Leonetti: Vittorio, cosa ti spinge e cosa dice di te, il tuo impegno a insegnare e diffondere il coaching?
Dice e Racconta il profondo legame che ho trovato tra il Coaching ed i Valori secondo i quali sono stato allevato e cresciuto: Responsabilità, Autonomia, Accoglienza, Ironia, Interdipendenza.
#4 Elena Grosso:  Come ti fa sentire una sessione di coaching ?
Premesso che ciascuna sessione è diversa, il Fil Rouge che ritrovo in tutte le sessioni è provare il Privilegio di  assistere al momento preciso in cui una persona “cambia”! Ed è Magico, è Emozionante, dovrei essere io a “pagare” per il semplice fatto di essere stato spettatore di un momento importante nella vita di quella persona.

#5 Francesca Cancian: Se in questo preciso momento potessi porti una domanda, quale sarebbe?
Come ti vedi da qui a 5 anni nella professione di Coach?

#6  Maria Rotolo: Quale immagine, secondo te, rappresenta il coaching?
L’immagine di una Coppia che Danza, essendo il Coach la Donna, quello che segue

#7  Anna Fata: Di fronte ad un coachee che chiede il tuo tuo aiuto, ma fatica poi, in realtà, ad affidarsi, cosa gli diresti per aiutarlo a sbloccarsi?
Se avessi questa intuizione, farei delle Domande di Controllo per stabilire se questo sia un mio Giudizio o meno. Se fosse un mio giudizio lo allontanerei (Tecnica Osteopatica) in quanto inutile, Se fosse invece confermato dal Coachee, penserei, se il caso, di utilizzarlo come feedback rafforzativo. Pertanto non gli direi nulla (Il Coach NON Dice) ma piuttosto gli domanderei: Cosa chiedi al Coaching? Cosa chiedi al Coach? Da cosa comprenderai che il percorso che hai intrapreso soddisfa alle tue esigenze? ecc.

#8 Gian Pietro Scuccato: Applichi il coaching anche tra le mura domestiche? Con quali risultati?
Nemo Profeta in Patria: non è corretto utilizzare le conoscenze professionali nel gestire i rapporti con parenti, amici, figli, Partner di vita. Cionondimeno, a richiesta esplicita, oriento verso valenti colleghi chi me ne facesse richiesta. E’ così che sta guarendo da una grave forma di Psoriasi mia figlia Francesca, è così che sta guarendo da una forte forma di Morbo di Chron Jacopo, il figlio di un’amica d’infanzia….

#9 Raffaele Costi: Quale rapporto vedi tra coaching e gioco?
Il Gioco come il Coaching ha Regole Chiare disponibili a tutti i Partecipanti e note prima di iniziare la Partita
Il Gioco come il Coaching prevede il raggiungimento di un Obiettivo
Il Gioco come il Coaching prevede una strategia
Il Gioco come il Coaching prevede il Rispetto del risultato del Campo (accogliere il Feedback come un Dono)
Il Gioco come il Coaching consente un Miglioramento personale
Il Gioco come il Coaching prevede la presenza di un Pubblico che fa il tifo per te (Championing)

#10 Paolo Collu: Quando e in quali situazioni si é dimostrato più efficace nelle aziende l’intervento di coaching ?
Quando la Persona era disponibile a coinvolgersi (Challenge by Choice)

E voi che domanda fareste al nostro Coach? Le domande sono uno degli strumenti utilizzati nel Coaching per aumentare la Consapevolezza nei Clienti. Se vuoi imparare altre tecniche e fare delle esperienze su questo tema ti invitiamo a partecipare sabato 23 Maggio ad Esperienze di Consapevolezza a Pordenone presso il Polo Tecnologico.

The following two tabs change content below.
Francesca Cancian
Laureata in psicologia a Trieste, ho più di 15 anni di esperienza nella vendita di servizi di consulenza ad alto valore aggiunto alle imprese. Ho creato e gestito reti vendita e curato lo start up di business unit. Appassionata di coaching e sviluppo personale, credo fermamente nel potenziale delle persone.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *