errori

Insalata di Quinoa all’abbraccia i tuoi errori

A gran richiesta ritorna la nostra rubrica di cucina atipica: Le ricette delle Angels! Il menù di oggi propone un piatto fresco ed estivo l’“Insalata di Quinoa all’abbraccia i tuoi errori”. Perché la paura di sbagliare ti blocca? Quanti errori servono per fare la cosa giusta? Ti insegneremo ad abbracciare i tuoi sbagli.

Ricetta: Insalata di Quinoa all’abbraccia i tuoi errori

Adatto a chi non agisce perché ha paura di sbagliare.

Quante volte non agisci perché hai paura di commettere errori e quante occasioni hai perso per questo… La paura di sbagliare è il primo grosso ostacolo per la crescita personale. Prova la nostra ricetta e vivrai le situazioni in modo diverso.

Tempo di preparazione: 1 ora

Difficoltà: media

Ingredienti:

  • un bicchiere di Quinoa
  • una spolverata di imparo dai miei errori
  • un litro di trasformo i miei fallimenti in risultati
  • 3 pugnetti di coraggio
  • Un quintale di persistenza

Preparazione:

  • Metti sul fuoco una pentola con la quinoa e l’acqua salata e portala ad ebollizione. Poi pensa a cosa significa per te sbagliare. Sbagliare è parte del percorso. Tendiamo a dare troppa importanza agli errori, vivendoli come un fallimento e non come parte di un processo per raggiungere il successo e nuovi apprendimenti. Quante volte siamo caduti prima d’imparare a camminare? Per ogni caduta, per ogni porta che si chiude ce n’è un’altra che si apre, ci sono nuove opportunità. Non dobbiamo farci scoraggiare dagli errori, ma imparare da essi. Aspettati di sbagliare. Impara a cercare dove hai commesso un errore, ti aiuterà a trovare la giusta direzione.
  • Ricordati che sei all’altezza, abbassa la fiamma e continua la cottura della quinoa per 15 minuti. Sentirti inadeguato ti blocca ed è alla base della paura di fallire. Tu ce la puoi fare, devi solo continuare a provare. Ogni sbaglio ti può insegnare qualcosa, può farti scoprire la tua parte migliore, dei nuovi talenti. Ti può insegnare la persistenza ed il valore del lavoro duro. Visualizza il fallimento come uno step per diventare una persona più resiliente. La prossima volta che cadi ripetiti: “Sto imparando!”
  • In una padella nel frattempo fai saltare le verdure tagliate a dadini e vivi nel presente. La paura di sbagliare ti blocca nel passato. Concentrati sul qui ed ora, su quello che stai facendo, sulle tue potenzialità, sulla tua creatività, intelligenza e “falle vivere”. Il tuo futuro dipende dalle tue azioni ed impegno presente non dai tuoi possibili fallimenti futuri! Non permettere alla paura di controllarti! La chiave del successo è la persistenza! Concentrati sull’obiettivo, impara dai tuoi sbagli e inventa nuovi metodi per raggiungere quello che desideri.
  • Scola la quinoa e uniscila alle verdure, poi pensa agli ostacoli del tuo cammino come a delle opportunità di crescita, a delle sfide che ti faranno sentire vivo e più forte. Non abbatterti per i fallimenti. E se non riesci a sollevarti da solo da un “caduta” fatti aiutare da qualcuno: un amico o un coach. Non aspettare le condizioni ideali, altrimenti non agirai mai… Provaci!

Ora assaggia l’insalata di quinoa all’abbraccia i tuoi errori. Ti piace?

A noi tanto! Ti piacerà accogliere i tuoi errori e trasformare i tuoi sbagli in nuove opportunità di crescita e nuovi risultati.

Buon appetito!

Attendiamo i vostri commenti e nuove idee per le prossime ricette!

 image credit: giallozafferano

The following two tabs change content below.
Nicoletta Zanetti

Nicoletta Zanetti

Laureata in scienza dell’educazione, con più di quindici anni di esperienza nell’ambito delle risorse umane. Specializzata nella ricerca e selezione di impiegati, Quadri e Dirigenti. Membro di EMCC Italia promuove coaching e mentoring. Ama scoprire i “talenti” dei candidati e affiancarli nello sviluppo di carriera.
Nicoletta Zanetti

Ultimi post di Nicoletta Zanetti (vedi tutti)

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *