leadership in ottica lean

La Leadership in ottica Lean

Vi proponiamo un’interessante visione della Leadership in ottica Lean. Mario Di Nucci e Daniele Carletto appassionati di Lean Manufacturing ci suggeriscono una rivisitazione della leadership alla luce dei concetti delle 5S del TPS. L’idea è quella di rileggere il proprio operato con occhi nuovi, e disposti al cambiamento… a partire da se stessi.

La leadership in ottica lean coniuga il diventare Lean con l’essere Leader. Per diventare Lean non basta introdurre qualche processo o strumento copiato altrove e incollarlo nella vostra azienda. E’ necessario creare un sistema che assicuri la capacità di miglioramento continuo ed autonomo da parte delle persone, tale da elevare le loro prestazioni per sempre. Le aziende di successo hanno saputo costruire un sistema di Leadership in grado di guidare i comportamenti delle persone permettendo ai processi di funzionare.

Nell’immagine che segue vedrete esplicitati in modo molto semplice dei consigli per essere dei Leader secondo i concetti delle 5S.

Chi sono i nostri esperti?

Mario Di Nucci, ingegnere meccanico appassionato di formazione e Daniele Carletto, filosofo prestato al management.

leadershipIl primo è laureato in Ingegneria Meccanica a Padova. Incontra e conosce il Pensiero Snello presso la business School del CUOA di Vicenza che subito applica in Azienda.

Il secondo è laureato in Filosofia a Trento, si specializza in seguito in Management ed Innovazione al CUOA di Vicenza dove approccia per la prima volta il sistema Lean Management.

Da qui la passione, anche per la montagna, guida entrambi a coniugare il pensiero Snello con l’aspetto “umanistico” della vita d’azienda, consapevoli che il successo dei sistemi Lean, e delle Aziende, spesso dipendono dalle persone che lo applicano e lo guidano con passione e metodo.

Cosa ne pensate di questi concetti?

Scrivete i vostri commenti e suggerimenti.

The following two tabs change content below.
Nicoletta Zanetti

Nicoletta Zanetti

Laureata in scienza dell’educazione, con più di quindici anni di esperienza nell’ambito delle risorse umane. Specializzata nella ricerca e selezione di impiegati, Quadri e Dirigenti. Membro di EMCC Italia promuove coaching e mentoring. Ama scoprire i “talenti” dei candidati e affiancarli nello sviluppo di carriera.
Nicoletta Zanetti

Ultimi post di Nicoletta Zanetti (vedi tutti)

4 commenti
  1. Marco Menegazzi
    Marco Menegazzi dice:

    Una visione e dei concetti assolutamente condivisibili, anche io sono stato folgorato Lean Philosophy, e da quando l’ho conosciuta oltre ad applicarla l’ho cercata di espanderla il più possibile..
    La leadership deve sempre tener presente quanto il valore umano,e quindi ogni singolo elemento possa fare la differenza.., riuscire nell’ambizioso obiettivo di ottenere dalle persone in azienda lo stesso entusiasmo che si prodiga quando facciamo qualcosa solo per il gusto ed il piacere di farlo.., sono convinto che si possa ottenere solo applicando certi principi..
    Ma gli apicali delle aziende soprattutto nell’operoso nordest lo sanno???

    Complimenti comunque ..
    Marco Menegazzi

    Rispondi
    • Francesca Cancian
      Francesca Cancian dice:

      Gentile Marco,
      grazie del suo commento e dei complimenti! Non chiediamoci quanto le migliori pratiche siano diffuse a livello generale ma accontentiamoci di vedere alcune eccellenze che si fanno strada e soprattutto cerchiamo di essere sempre più numerosi noi che cerchiamo nel nostro piccolo di tenere in considerazione il valore umano. Il resto accadrà da sè 🙂

      Rispondi
      • Nicoletta Zanetti
        Nicoletta Zanetti dice:

        Grazie Marco per il prezioso contributo. Un buon Leader sa coinvolgere i propri collaboratori valorizzandone le qualità e sa conferire loro responsabilità ed autonomia. Il tutto a beneficio del singolo e dell’azienda. Questo cambiamento di mentalità deve diventare un “virus”. Dobbiamo diffonderlo il più possibile!

        Rispondi
  2. Mario Di Nucci
    Mario Di Nucci dice:

    Marco, non so se gli “apicali” del nostro nordest produttivo lo sappiano o meno, ma di certo è il momento che qualcuno si prenda l’onere di dirglielo, prima o poi…
    Scherzi a parte: la responsabilità, demagogia a parte, resta ad ognuno di noi. Certamente, parlando di leadership, la trasformazione è di quelle che fanno tremare, perché il più delle volte richiedono lo sforzo di rinnegare uno stile ed un “andamento” che ha pagato fino a poco tempo fa. Poi c’è un secondo piano, e cioè legato a quello che possiamo fare NOI, ORA, QUI con i nostri collaboratori. Ne va di mezzo il nostro ESSERE, non solo il nostro FARE…
    grazie molte.

    Rispondi

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *