La Regione Veneto sostiene l’imprenditoria femminile

Parliamo un pò di imprenditoria femminile, anche perchè oramai siamo quotidianamente tempestati da analisi e statistiche relative alla disoccupazione femminile. I dati più recenti dicono che il tasso di disoccupazione femminile è pari al 13,8% (12,6% a livello totale). Ma qualcosa si muove o si cerca di far muovere.

Il Veneto tra le varie iniziative ha avviato una serie di incontri tesi a fornire tutti gli strumenti utili alle donne perché trovino una loro dimensione lavorativa, fosse anche quella imprenditoriale. Quest’anno la Regione Veneto all’interno del Programma Regionale per la promozione dell’imprenditoria femminile e giovanile, ha organizzato una settimana di incontri disseminati in tutte le province. Ho avuto modo di partecipare a quelli tenuti a Padova e Treviso e la carica di energia che mi sono portata a casa è stata grande!

imprenditoria_femminile

1 ottobre, Gran Teatro Geox, Padova. Erano un esercito….pare più di 800 donne hanno partecipato a 24 seminari condotti da esperti che hanno affrontato tematiche quali: l’internazionalizzazione, tipologie d’impresa, comunicazione, marketing, business plan, fondi comunitari, finanziamenti ecc. Gli stessi consulenti erano poi a disposizione di chiunque avesse interesse a confrontarsi a tu per tu su un tema particolare in modo da ricevere un consiglio ad personam. E’ stata una giornata incredibile, vedere tutte quelle donne animate da curiosità, intraprendenza, forza ascoltare, chiedere, informarsi per creare impresa… se questa è una delle conseguenze della crisi, viva la crisi!! Non c’è da stupirsi che in un momento di grandi difficoltà ci sia chi vuole reagire, vuole trovare un’alternativa ed anzi vuole proprio plasmare la propria realtà, non mi stupisco infatti, ma mi fa un gran piacere. Mi aggiravo per il Pala Geox fiera e colma d’orgoglio, sorridendo a tutte le donne che incrociavo perché felice di vederle lì, di vederle muoversi, di vederle sedute al tavolo di fronte al consulente fiscale e block notes alla mano prendere appunti. Quanta soddisfazione! L’opendaydonna, questo il titolo dell’iniziativa, è anche un blog che ha raccolto una serie di interviste a neoimprenditrici che volessero raccontare la propria storia. Anche io ho aderito, ecco la mia intervista:

Susanna TomaselliCome ti chiami?
Susanna Tomaselli

Quando ti chiedono “di cosa ti occupi” cosa rispondi?
Consulenza aziendale in ambito risorse umane

Qual è il nome della tua Attività?
Talent’s Angels S.C.

Come si svolge la tua attività?
Ascoltando le aziende individuo le necessità e propongo delle soluzioni. Quando si tratta di ricerca di personale, mi occupo anche del reclutamento e selezione dei candidati.

Come hai iniziato?
E’ il campo in cui lavoro fin dopo la laurea in psicologia, dopo molti anni, insieme a 3 amiche abbiamo deciso fosse arrivato il tempo di diventare imprenditrici!

Come stai utilizzando le nuove tecnologie per promuoverti?
Siamo così orgogliose del nostro sito che si differenzia tra tutti quelli del settore, www.talentsangels.com è innovativo, diverso e divertente. Oltre al sito, usiamo i social, soprattutto Linkedin e Facebook per pubblicizzare le nostre attività, i nostri articoli e le offerte di lavoro

Blog, Facebook, Linkedin, Youtube, Google Adwords, Mailing Marketing ed E-commerce fanno parte degli strumenti che usi per promuovere e far crescere la tua attività?
Quasi tutti, per esempio l’e-commerce è ancora nelle nostre menti più che nelle nostre azioni

Hai già avuto esperienze di Export?
Export….facciamo in modo di esportare i talenti, spesso le nostre aziende clienti ci chiedono professionisti nell’export. Al momento non abbiamo clienti esteri, ma con gli angeli si può andare ovunque!

Se ti dico Europa a cosa pensi?
Penso ad una grande opportunità che milioni di persone hanno oggi per dare una nuova vita a questo vecchio continente.

Credi l’Europa possa essere un’opportunità per la tua attività?
Certamente si, nell’ottica che quali esperte del mercato del lavoro italiano possiamo essere utili a chiunque abbia bisogno di confrontarsi con esso.

Fare rete e mettersi in rete  per te è importante?
Abbiamo fondato Talent’s Angels sul network e sarà proprio il network che continueremo a costruire nel prossimo futuro a garantire ed accelerare il nostro successo.
Quali credi siano i migliori metodi per collaborare e fare rete fra donne?
Il metodo più efficace è la conoscenza reciproca, dallo scambio nascono le idee, le soluzioni, le nuove proposte.

Raccontaci brevemente di quando sei riuscita a creare una collaborazione vincente:
Volevamo festeggiare la nascita della nostra società ed avevamo pensato ad una presentazione diversa, in cui ognuna delle 4 socie potesse raccontare cosa facciamo a piccoli gruppi di aziende invitate. Per rendere ancor più interessante quel momento abbiamo chiesto ai nostri partner, consulenti aziendali esperti in diverse aree aziendali, di partecipare. Questa collaborazione si è rivelata efficace e vincente, sono già partiti alcuni progetti che ci vedono impegnati insieme, e siamo solo all’inizio!

Cosa pensi di aver bisogno per far crescere la tua azienda?
Esperienza! La nostra ma anche quella degli esperti che ci affiancheranno lungo questo cammino. Non siamo tuttologhe, conosciamo il valore della specificità e crediamo che ognuno debba saper riconoscere i propri punti di forza e cercare all’esterno le competenze che non possiede.

Qual’é stata una delle più grandi difficoltà che hai affrontato?
La burocrazia, siamo oramai abituati in Italia, ma è paradossale che per fare impresa e quindi produrre fatturato, bisogna innanzitutto dotarsi di risorse che serviranno solo a gestire i rapporti con lo Stato, con l’agenzia delle Entrate, con l’Inps, con la Camera di Commercio….incredibile!

Come hai superato le difficoltà?
Trovando consulenti in grado di parlare con noi e di risolvere i nostri problemi donandoci tutta la tranquillità necessaria per lavorare al meglio.

Qual è il tuo sogno per il futuro?
Che Talent’s Angels sia conosciuta come la migliore, la più innovativa e la più grande società di consulenza nell’ambito delle risorse umane.

Cosa ti piace dell’iniziativa ”Open Day Donna“?
Sono contenta che ci sia un’occasione per parlare dei talenti delle donne

Credi che si debba continuare a proporre questo tipo di iniziative? Se sì, perché?
Credo siano utili per incentivare le donne a cambiare, a reinventarsi, ad intraprendere!

Come ci aiuterai concretamente a promuovere questa iniziativa?
Partecipando e promuovendo l’evento.

Perché credi sia bello mettere in rete la tua esperienza?
Perché dalla rete nascono idee, perché spero possa dare coraggio a chi ha la voglia di lanciarsi in nuove sfide.

Fai un invito diretto a tutte le donne che ci stanno leggendo, perchè partecipare all’Open Day Donna?
Perché sarà sicuramente una bellissima occasione per conoscere altre persone e scambiare idee ed esperienze e far nascere nuove iniziative!

 

9 ottobre, Treviso, sede della Camera di Commercio. La struttura è ben più piccola, in questo caso gli incontri erano aperti a neo imprenditori, uomini e donne. Risultato: una partecipazione più limitata che però ha reso possibile uno scambio ed un confronto più veloce. Marketing, creatività, regimi fiscali, internet business model alcuni dei temi oggetto dei seminari.

Credo che le Istituzioni Regionali siano da elogiare per questo modello di intervento, sicuramente ci sono tante altre iniziative da portare avanti, ma dalle Istituzioni mi aspetto anche questo. Mi aspetto un modello di intervento in grado di spianare la strada a chi vuole mettersi in gioco, di fornire gli strumenti utili per forgiare il proprio futuro, per capire se la propria idea imprenditoriale sarà un successo. C’è sempre tempo per lamentarsi di quanto non viene fatto, questa volta diamo a Cesare quel che è di Cesare!

The following two tabs change content below.
Susanna Tomaselli
Ho sempre lavorato nella selezione del personale, iniziando più di 15 anni fa come selezionatrice, ho con il tempo spostato il focus sulla vendita di servizi alle aziende. Amo il mio lavoro e trovo estrema soddisfazione nella relazione con il Cliente; la laurea in psicologia del lavoro a Padova e’ stata il primo passo del percorso che mi ha portato qui.
0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *